domenica 14 febbraio 2010

Carnevale della Matematica n. 22



Oggi, 14 febbraio, è il giorno del Carnevale della Matematica, giunto alla sua ventiduesima edizione. Lo ospitano gli eccellentissimi Rudi Matematici, che presentano i diversi contributi con il consueto stile brioso e intelligente. Guardate un po’ che cosa dicono di me:

“Non ci resta che chiedere ad un vero esperto: bloccati nella notte buia del quattordicesimo giorno del mese, impigliati perdutamente nei tentacoli del ventiduesimo carnevale, solo Popinga potrà illuminarci. Solo l’acutezza sublime dell’uomo che sa guardare i treni con gli occhi di Simenon, potrà risollevarci. E Popinga mostra di saperlo fare, perché con La tetrazione e la sequenza di Joyce aggancia matematica e letteratura attraverso un passo dell’Ulisse che parla di 39 (”la nona potenza della nona potenza di nove”). Ulisse, Joyce, e le potenze; è evidente che Popinga sa. E infatti risponde a tutti i nostri dubbi, poi, quando ci spedisce Contraintes matematiche e poesia, che ha un titolo che non riesce a spiegare bene cosa è in grado d’offrire. Se avete mai pensato di potere estrarre l’intersezione tra due haiku giapponesi, allora forse potrete capire Popinga. Altrimenti correrete come noi, felici e liberi sulle ali della certezza: è folle, è folle, è folle! Questo è un carnevale quadratico libero e folle, e la colpa è tutta del ventidue”.
(…)
“Ci piacerebbe augurarvi che il prossimo Carnevale sia meno folle, ma visto che sarà tenuto da Popinga, non sappiamo proprio se la cosa sarà possibile…”

Insomma, 14 marzo la lodevole manifestazione sarà ospite di queste mie pagine elettroniche. Spero di essere all'altezza di tali illustri predecessori. Intanto vi invito a leggere i contributi inviati questo mese, come al solito vari e tutti interessanti. Occhio, che il mese prossimo vi interrogo.

5 commenti:

  1. E' fuori discussione che sarai all'altezza, Pop!

    Complimenti vivissimi per i contributi al 22esimo.

    Buon San Valentino.
    annarita

    RispondiElimina
  2. Complimenti Popinga. Veramente. Meriti questo ed altro.

    RispondiElimina
  3. http://www.youtube.com/watch?v=FqTz4J1QAXY

    E' vero che sei bravo, Popinga, lo sei davvero. Io faccio parte del popolo.
    Ciao.
    B

    RispondiElimina
  4. B.: Io bravo! Graz. Bravo! Gr. Avo! Avo. Grazie!
    (Petrolini era un grande)

    RispondiElimina
  5. Passo indefettibilmente a darle del lei, dopo cotali attestanti attestati.
    Ahi!
    Ch'è stato?
    Un'attestato!
    Il Pop (s)pop(ola)!

    RispondiElimina