martedì 8 novembre 2011

A che cosa serve la matematica?

Prima o poi succede. Se fai l’insegnante di matematica, ti devi confrontare, se già non ti è successo, con la domanda delle cento pistole: “a che cosa serve la matematica?”! Non importa se, invece di presentarsi in forma così generale, la domanda ti viene posta con riguardo a una delle sue manifestazioni: “a che cosa servono i polinomi? la trigonometria? lo studio di funzioni? sapere che il delta è biduemenoquattroac?” Non importa neanche se viene posta in modo affermativo: “la matematica non serve a nulla”. Ciò che ti interessa è avere una risposta pronta, che può variare a seconda della situazione, dell’interlocutore, persino del tuo umore del momento. Su ispirazione di una bravissima blogger matematica di lingua francese, che ha consigliato cento possibili risposte, mi cimento anch’io nel compito, suggerendone altre cinquanta, forse più adeguate per il pubblico italiano:

1)      Risposta taletiana
E come fai allora a misurare la circonferenza terrestre basandoti sull’ombra di uno gnomone?

2)      Risposta onesta
Se non ci fosse la matematica io non farei il professore di matematica, e così non porterei a casa uno stipendio. Il mio numero preferito è il 27, del mese.

3)      Risposta fermattiana
Posseggo una bellissima risposta per la tua domanda, ma ci rimane poco tempo e la campanella sta per suonare.

4)      Risposta tecnologica
Pensa a Wikipedia: senza matematica sarebbe ancora la Garzantina di tuo padre. Pensa al tuo cellulare: senza matematica sarebbe ancora un telegrafo. Pensa alle chat: senza la matematica aspetteresti dei giorni o delle settimane le lettere dei tuoi amici. Hai visto le previsioni del tempo? Senza la matematica dovresti affidarti ai reumatismi del nonno.

5)      Risposta zen
La risposta è dentro di te.

6)      Risposta parmenidea, maleducata
La matematica è, e non può non essere, e tu non sei un cazzo.

7)      Risposta maltusiana
Matematica è quella cosa
che ci serve ogni giorno,
se la vuoi levar di torno
lascia stare: non c’è vers.

8)      Risposta da matematico
Serve ad avere un basso numero di Erdős.

9)      Risposta zanasiana
Serve per arrivare fino all’infinito, ma con calma.

10)  Risposta musicale
Serve per comprimere quei maledetti file musicali che ascolti nel tuo stramaledetto lettore con quelle stramaledettissime cuffiette.

11)  Risposta autoritaria
Serve a bocciare i somari come te.

12)  Risposta galileiana
Se vuoi leggere il libro della natura devi conoscere il linguaggio con il quale è scritto, che è linguaggio matematico e i caratteri sono triangoli, cerchi ed altre figure geometriche.

13)  Risposta evasiva
Altre domande?

14)  Risposta topologica
Per sapere che non potrai mai pettinare completamente una palla da biliardo.

15)  Risposta infantile
Perché, perché! Perché uno più uno non fa tre.

16)  Risposta diplomatica
No comment.

17)  Risposta berlusconiana
Serve per sapere quanti deputati ti tocca comprare per avere la maggioranza.

18)  Risposta regressiva ad infinitum (consigliata ai vecchi insegnanti)
Mi ricordo di quella volta al liceo che feci la stessa domanda al professor Malacarne. Lui posò il gesso, mi guardò negli occhi e disse: “Sei troppo giovane per capire. Non c’è bisogno di sapere subito a che cosa serve una cosa. Mi ricordo di quella volta al liceo che feci la stessa domanda al professor Robotti. Lui posò il gesso, mi guardò negli occhi e disse: ““Sei troppo giovane per capire. Non c’è bisogno di sapere subito a che cosa serve una cosa. Mi ricordo di quella volta al liceo che feci la stessa domanda al professor Arrigo. Lui posò il gesso, mi guardò negli occhi e disse: “““Sei troppo giovane per capire. …”””

19)  Risposta esasperata
La matematica ti servirà per contare le monetine che i passanti ti avranno messo nel bicchiere di plastica, perché tu farai il mendicante se continuerai a fare domande così sciocche!

20)  Risposta finanziaria
La matematica serve per prevedere l’andamento dei titoli azionari e investire il tuo capitale con possibilità di utile, se la fortuna ti assiste.

21)  Risposta matematica in relax
A che cosa serve la matematica? Ogni persona sulla Terra da Adamo ed Eva in poi (o se preferisci dai primi ominidi in poi) ha stretto la mano a un certo numero di persone (magari zero, nel caso la sua religione gli vieti simili contatti). Senza la matematica come potresti dimostrare che il numero di persone che ha dato la mano a un numero dispari di persone è pari?

22)  Risposta post–elettorale
La matematica serve a far vedere che il tuo partito ha sì perso il 6% in confronto alle politiche, ma rispetto alle europee, dove per altro era alleato con il PGM, ha fatto registrare un confortante + 1,7%.

23)  Risposta riemanniana
Serve per cercare di dimostrare che tutti gli zeri non banali della funzione Zeta hanno parte reale ½.

24)  Risposta calcistica
Grazie alla matematica puoi calcolare con precisione come colpire la palla per imprimerle traiettoria, potenza ed effetto tali che si infili in rete proprio nell’angolo tra palo e traversa alla destra del portiere.

25)  Risposta evasiva (2)
Serve, serve, ascolta me, che serve…

26)  Risposta dell’uomo che sapeva contare
Metti che ti trovi alla corte di Baghdad e che lo sceicco ti ponga un quesito come questo: in pagamento per un piccolo gregge di pecore tre allevatori di Damasco hanno ricevuto una certa quantità di ottimo vino, in 21 botti tutte tra loro uguali: 7 piene, 7 piene a metà e 7 vuote. I tre vorrebbero dividere queste botti in modo che ciascuno riceva lo stesso numero di botti e la stessa quantità di vino. Le botti per ciascuno sono 7, è facile, ma come dividere il vino senza aprire le botti, lasciandolo chiuse come sono? Prova a dare una soluzione senza la matematica, saputello!

27)  Risposta oulipiana
La matematica serve a costruire il labirinto da cui ci si propone di uscire più tardi.

28)  Risposta alla Montalbano
Serve macari per contare le ammazzatine di una settimanata a Vigata. Del resto non mi fotte una beata minchia.

29)  Risposta pacioliana
Ti rispondo dopo che hai trovato uno numero che presone 1/4 e moltiplicato in sé faccia il rimanente de quello numero, cioè tre quarti de tucto il numero.

30)  Risposta psico–didattica
Capisco la tua domanda, e in effetti è difficile dare una risposta se gli insegnanti continuano con un’impostazione della disciplina che non mette al centro il discente. È necessario valorizzare tutte le tue competenze, acquisite sia in modo formale sia in modo informale, perché tu possa comprendere pienamente l’utilità della matematica, che deve essere presentata come naturale evoluzione del tuo sviluppo psico–cognitivo e non come materia astratta e lontana dalla tua esperienza quotidiana. Come sono andato? Non vorrei mai pormi in termini conflittuali, sai…

31)  Risposta evasiva (3)
Ne parliamo la prossima volta, che oggi ho un gran mal di testa…

32)  Risposta gelminiana
La matematica serve perché è matematica.

33)  Risposta hilbertiana
Serve per giungere nel paradiso che ci ha creato Cantor.

34)  Risposta audiolesa
Eh?

35)  Risposta pitagorica
A che cosa serve? Ma se tutto è numero!

36)  Risposta bourbakista
Prima di risponderti è meglio definire assiomaticamente i fondamenti della tua domanda.

37)  Risposta nichilista
In effetti nulla serve ad alcunché.

38)  Risposta popinghiana
Non sapeva proprio, messer Lancillotto,
che 512 è il cubo di otto,
così sbagliò, con Parsifal,
la risposta per il Santo Graal.
Rispose bene Galahad (cioè Galeotto).

39)  Risposta dylaniana
The answer, my friend, is blowin’ in the wind, the answer is blowin’ in the wind.

40)  Risposta paracula
Bene! Bella domanda! Mi piacciono gli studenti che al quinto anno fanno domande come le tue! Indicano che non ti fermi allo studio solo per il voto! Se avrai la pazienza di seguirmi, troverai da solo la risposta a questa e ad altre domande, perché sei un ragazzo intelligente! Ad esempio, ti ha mai incuriosito sapere come si trova l’area del quadrato se conosci il lato? È una cosa che ti capiterà di fare tante volte nella vita!

41)  Risposta giacobbiana
Un inquietante mistero si cela dietro la tua domanda, una domanda la cui risposta si perde nella notte dei tempi e potrebbe coinvolgere intelligenze aliene e poteri oscuri e ostili.

42)  Risposta invidiosa
Chiedilo a quella geniaccia della collega Devito, vediamo che cosa ti risponde!

43)  Risposta wigneriana
Spiegami tu come mai la matematica è così efficace nelle scienze naturali. L’universo fisico può essere conosciuto nella sua struttura più profonda grazie alla matematica per il semplice fatto che è matematico, altroché!

44)  Risposta renatopozzettiana
Oeuh, la madonna!

45)  Risposta diofantea
Serve per sapere se i tuoi problemi hanno una soluzione oppure no.

46)  Risposta lasciata alla classe
Serve a tua mamma per contare i soldi che ha guadagnato stanotte sotto il lampione.

47)  Risposta storica
Se non servisse, spiegami perché l’uomo se n’è occupato fin dalla preistoria. Il papiro di Rhind secondo te l’hanno scritto per dar da lavorare agli egittologi?

48)  Risposta euleriana
Metti di essere a Königsberg e di voler fare una passeggiata sui sette ponti che attraversano il Pregel…

49)  Risposta ricettiva
Serve per sapere che se vuoi una vacanza tranquilla non ti conviene prenotare in un albergo di Hilbert.

50)  Risposta bloggistica
Serve per fare un post per partecipare al Carnevale della Matematica.





20 commenti:

  1. Ahhh, la 30 noo, vade retro! (La 9 è bellissima, invece :-) )

    RispondiElimina
  2. Stupendissimissimo (cit. da Juhan)!!!
    In realtà il regalo per il tuo compleanno avremmo dovuto farlo noi a te, non tu a noi!
    Grazie, grazie, grazie!

    RispondiElimina
  3. A me certe volte mi capita di accorgermi che non posso classificarmi una sola scuola di pensiero. Facciamo così: intanto mi leggo cosa ne dice la bloggeuse française, poi ne parlo a casa, chiedo in giro, cerco di capire cosa ne pensa Pico. Poi, se vuoi, ti faccio sapere, ma anche no, non necessariamente.
    Però serve, questo è matematico.

    RispondiElimina
  4. La sesta, più che parmenidea, mi para da marchese del Grillo.

    RispondiElimina
  5. Mi piace parecchio.
    Ho apprezzato anche le citazioni dei tuoi colleghi divulgatori (la 9 e la 21).

    RispondiElimina
  6. Proprio molto arguta e carina!

    RispondiElimina
  7. Naturalmente quella che fa più ridere è la trentesima.
    p.s.
    ( insegno, ma non matemmatica, purtroppo )

    RispondiElimina
  8. senza la matematica io non porterei sempre con me un santino di Pierre Beizier. senza la matematica sarei ancora il mago dei raccordi con il curvilinee.

    RispondiElimina
  9. Per ogni idiota (iron.) che studia cose inutili oggi, ci sono folle che vivono meglio grazie agli studi inutili di ieri.
    ilcomizietto

    PS: ho in testa un comizio sull'argomento
    PS2: Anche Balbi ( http://www.ilpost.it/amedeobalbi/2011/11/08/a-che-serve-la-scienza/ )ha avuto la stessa idea. Vi siete sincronizzati?

    RispondiElimina
  10. Anonimo: non avevo ancora letto il post di Amedeo sull'utilità della scienza. E' pura casualità, e poi lui, da scienziato vero, affronta l'argomento con la problematicità che merita. Io mi sono invece divertito.

    RispondiElimina
  11. .......................

    RispondiElimina
  12. Grazie di tanta grazia! (e anche gratuita!
    )

    RispondiElimina
  13. Bello, io propendo per la 11, ma non so contare.
    A proposito:

    51) La matematica serve per contare, tu vuoi contare qualcosa nella vita o vuoi rimanere la nullità che sei?... Allora studia la matematica! (non saprei come chiamarla questa)

    RispondiElimina
  14. Profeta, io la chiamerei 51) Risposta utilitaristica.

    RispondiElimina
  15. Post micidiale.Grazie.
    Ci provo...

    A- A cosa serve la Matematica?
    P- Ad impedire che si facciano simili domande!
    A- Che intende prof?
    P- Che ti becchi un bel 2
    A- Ma come, non è giusto!!! Non si può neanche fare una domanda...
    P- Che ti avevo detto?

    RispondiElimina
  16. Purtroppo mi sono perso nei meandri della 26 senza arrivare ad una soluzione. Perché ce l'ha una soluzione vero?

    RispondiElimina
  17. Marco: 52) Risposta logico-totalitaria

    RispondiElimina
  18. Enrico: "La divisione delle 21 botti, o Sceicco, può essere fatta senza gran difficoltà. Ecco la soluzione più semplice. Il primo dovrà ricevere
    3 botti piene
    1 piena a metà
    3 vuote

    per un totale quindi di sette botti. Il secondo avrà
    2 botti piene
    3 piene a metà
    2 vuote

    anch'egli per un tale di sette. Pure il terzo ne riceverà 7, con la stessa composizione del secondo. Secondo questa suddivisione a ciascuno andranno 7 botti e la stessa quantità di vino".

    (Malba Tahan, L'uomo che sapeva contare, Salani Editore, 1996.

    RispondiElimina
  19. Grandioso post, geniale, divertentissimo!
    Grande Popinga!

    RispondiElimina