sabato 14 gennaio 2012

Mnemotecnica geologica leninista

Poiché a essere marxisti oggi si viene come minimo definiti arcaici, geologia e comunismo sono un’associazione mentale abbastanza comune. Nessuno più legge Marx o Lenin, e i libri comunisti che stipavano le librerie degli anni ’70 sono tristemente finiti in discarica o nei mercatini dell’usato (in molti casi meritatamente). Quanto alla geologia, e in particolare alla storia della Terra, grande è la confusione sotto il cielo del Terzo Millennio, con facile gioco dei creazionisti che fanno convivere uomini (comparsi più o meno 2 milioni d’anni fa) e dinosauri (scomparsi circa 65 milioni di anni fa). Ho deciso perciò di creare una tecnica mnemonica per ricordare le ere e i periodi geologici a partire dal Paleozoico (iniziato 542 milioni di anni fa), associandoli a un piccolo riassunto dei temi principali del Che fare? di Lenin, uno dei testi fondamentali per l’organizzazione rivoluzionaria. Magari ciò può giovare alla causa dell’informazione scientifica e contemporaneamente alla maturazione di una coscienza di classe.



10 commenti:

  1. Quanto mi piacerebbe appenderlo in classe...deciso, c'è uno spazio disponibile tra il crocefisso e la cartina dell'Inghilterra.

    RispondiElimina
  2. Mi stamperò il prospetto, per leggerlo di tanto in tanto: chissà che non riesca finalmente a memorizzare la successione?

    RispondiElimina
  3. Pop, non riesco a trovare una definizione per questi giochini mnemonici. si tratta di serie di parole accomunate dal fatto di avere lo stesso acronimo, quindi le chiamerei omoacronime. omoacronimi mnemonici direi. che ne dici?

    RispondiElimina
  4. Ho cercato una definizione su Il dado e l'alfabeto. Nuovo dizionario dei giochi con le parole di Giampaolo Dossena, ma senza risultato. Non è propriamente un acronimo, piuttosto è una mnemotecnica.

    RispondiElimina
  5. questa non l'avevo ancora vista, stupenda

    mi ricorda le opere di Frances Amelia Yates, che purtroppo ho lette senza grande profitto

    ps.: personalmente in discarica non ho buttato niente: roba de canton non perde mai de stajon

    segue numero n faccine ammiccanti

    RispondiElimina
  6. Io sono un fan della Yates, della quale ho letto praticamente tutto ciò che è stato pubblicato in Italia.

    RispondiElimina
  7. Ma
    Non
    E'
    Mai
    Opportuno
    Tuffarsi
    E
    Confondersi
    Negli
    Intricati,
    Complessi
    Arzigogoli

    RispondiElimina
  8. Geniale, altro che Ma con gran reti le cala giù!

    RispondiElimina
  9. Omoacronimi acroamatici, senza dubbio...

    RispondiElimina
  10. Per la prima volta mi danno dell'aristotelico o dell'esoterico. Mumble... mumble...

    RispondiElimina